Descrizione progetto

Azione concreta 1

Trapianto fanerogame acquatiche/ Aquatic angiosperm transplantion.

Cosa/What:
L’azione prevede il prelievo e il trapianto delle zolle di fanerogame sommerse e costituisce l’azione chiave dell’intero progetto.
This is the key action of the project as sod-bearing plants will be extracted and transplanted.

Come/How:
Per la definizione di dettaglio delle attività legate all’implementazione di questa azione si veda il “Protocollo operativo C1.1/C2.1”, scaricabile nell’area DOWNLOAD.
-       Espianto: Le zolle verranno prelevate nelle valli arginate da pesca (vedi azione preparatoria 2) dove i fondali sono quasi completamente colonizzati da N. noltii, Z. marina, R. cirrhosa e C. nodosa. L’espianto sarà effettuato con un carotatore di 30 cm di diametro.
-       Trasporto e impianto: Dopo l’espianto le zolle saranno mantenute umide fino al momento del trapianto, che dovrà avvenire entro 24 h. Nelle aree di trapianto, con lo stesso carotatore, con cui sono stati fatti gli espianti, saranno praticati dei fori nei sedimenti dell’area selezionata e saranno inserite le carote.
In ogni area saranno trapiantate 9 zolle in gruppi di 3 zolle distanziate di ca. un metro l’una dall’altra. La distanza dei tre gruppi di carote sarà di 5 metri (schema a lato). Le operazioni di prelievo e trapianto saranno gestite dal personale tecnico dei partner, supportati per gli aspetti operativi da soggetti esterni (pescatori) appositamente formati nell’azione preparatoria 3.

Detailed information are only in Italian in the “Protocollo operativo C1.1/C2.1”, in the DOWNLOAD session.
-       Extraction: Sods will be extracted from the fishing pond bottoms (see preparatory action 2), colonized mainly by N. noltii, Z. marina, R. cirrhosa and C. nodosa by means of a core 30 cm large.
-       Transport and transplantation: After extraction, sods will be kept wet until transplantation, that has to occur within 24 hours. The same core employed for extraction will be used to dig holes and complete transplantation in intervention sites.
In each site, 9 sods will be subdivided in groups of 3 according with the diagram on the side. Extraction and transplantation activities will be managed by technical experts with the in situ support and cooperation of trained operators (see preparatory action 3).

Dove/Where:
I prelievi di zolle saranno effettuati presso le valli e il trapianto delle zolle verrà effettuato in 35 siti.
Extractions will be done in fishing ponds and transplantation in 35 sites.

Quando/When:
I primi trapianti in 17 stazioni verranno effettuati indicativamente da marzo 2014 a maggio 2014 in modo da avere la maggior possibilità di successo. Nelle restanti 18 stazioni i trapianti saranno fatti durante la primavera del 2015.
Transplantations will be carried out in spring 2014 in 17 sites and in spring 2015 in other 18 sites.

Beneficiario responsabile dell’azione/Beneficiary: Laguna Venexiana

Risultati attesi/Expected results:
- I° anno: Trapianto di n. 153 zolle di fanerogame (n. 17 stazioni x n. 9 zolle);
- II° anno: Trapianto di n. 162 zolle di fanerogame (n. 18 stazioni x n. 9 zolle)
La superficie effettivamente coperta dalle zolle al termine del trapianto sarà di circa 0,6 m2 (0.32/4 x 9 zolle) in ciascun sito, per un totale di circa 22 m2 complessivi. La superficie coperta dalle fanerogame al termine del trapianto delle zolle sarà molto limitata perché lo scopo del progetto non è quello di ricreare l’intera prateria tramite trapianto, ma di innescare un processo di ricolonizzazione “naturale” delle praterie, supportando nei primi anni la dispersione e diffusione di semi e rizomi (vedi azione concreta 2).

- First year: transplantation of 153 sod-bearing plants (n. 17 sites x n. 9 sods);
- Second year: transplantation of 162 sod-bearing plants (n. 18 sites x n. 9 sods)
In each sites the actual surface covered by plants will be about 0.6 m2 (0.32/4 x 9 sods), for an overall area of 22 m2. The surface of transplanted sods will be small because the aim of the project is to trigger a natural process of recolonization and not to recreate a well-structured meadow by transplantation. Natural development will be supported by the manual spreading of seeds and rhizomes.